fbpx

Consigli utili

Aeternum si colora di Green: più riciclo, meno spreco, più natura

Aeternum si colora di Green: più riciclo, meno spreco, più natura

consigli utili

In un tempo in cui diventa sempre più importante prenderci cura del mondo che ci circonda, noi di Aeternum ci coloriamo di verde con una nuova linea pensata per ridurre al minimo gli sprechi e l’impatto ambientale, per una cucina sempre più sostenibile.

La nostra Green è una linea in cui tutte le componenti sono al 100% riciclabili: ogni articolo della linea può essere smontato e, all’occorrenza, smaltito correttamente. È infatti possibile, svitando la vite in acciaio, separare il corpo in alluminio dal manico e, successivamente, smontare ulteriormente quest’ultimo dividendo la parte in legno da quella in acciaio.

Attenzione però: per smaltire il prodotto sarà necessario seguire le regole dei singoli comuni di appartenenza, così da essere sicuri di differenziare nel modo giusto.

La linea Green è, inoltre, realizzata in alluminio 100% riciclato con rivestimento verde menta opaco e dotata di manici in legno naturale di faggio, che le conferiscono uno stile unico insieme con il suo particolare fondo con decorazioni floreali adatto anche ai fornelli a induzione. Il suo rivestimento interno in Petravera plus, rinforzato con particelle minerali, garantisce, inoltre, ottime performance di cottura e antiaderenza.

All’interno del packaging, in cartone riciclato, una piccola sorpresa che piacerà tantissimo a chi ama la natura e dilettarsi nel giardinaggio domestico: una carta ecologica, biodegradabile, realizzata con carta riciclata integrata ad una speciale miscela di fiori annuali e perenni che, una volta seminata, farà nascere un bellissimo fiore colorato.

Ma scopriamo insieme come piantarlo e dare così un nuovo tocco di colore alla nostra cucina. È molto semplice, basterà seguire pochi semplici passaggi.

 

Gruppo 4

 

Innanzitutto riponiamo un paio di strappi di carta assorbente leggermente inumidita (la carta da cucina va benissimo) su un foglio d’alluminio. Spezzettiamo il nostro fiore sulla carta assorbente e poi chiudiamo il foglio d’alluminio su se stesso.

 

Gruppo 3

Gruppo 3

 

Una volta al giorno apriamo il foglio e annaffiamo con qualche goccia di acqua per circa 1-2 settimane chiudendo sempre la carta su se stessa, fino a che non vedremo nascere i germogli.

Una volta nati i germogli piantiamoli, con molta delicatezza, sotto circa 1cm di terra. Continuiamo poi a far crescere i nostri piccoli germogli avendo cura di annaffiarli una volta al giorno.

La nostra Green è pensata per offrire un’ampia esperienza ai fornelli, composta di diverse referenze in modo da accompagnarti in tutte le tue ricette.

 

La linea Green si compone di:

Bis di Padelle 24 - 28cm

Tris di Padelle 20 - 24 - 28cm.

Batteria a 8 pezzi composta da Padelle 20-24cm, Casseruola 1M 16cm, Casseruola 1M 20cm, Grill 28x28cm, Coperchi 16-20-28cm

consigliati

  • Aeternum a Cuochi per un giorno

  • Aeternum ad ambiente 2019

  • Aeternum ad HOMI 2019

  • Presentazione Linea Silver Titanium ad Eataly 23

  • Aeternum al Bricoday 2019

condividi

  • facebook
  • instagram
  • whatsapp
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Continua a leggere

  • Creato il .

Acciaio Inox? 10 consigli per la pulizia e la manutenzione

Acciaio Inox? 10 consigli per la pulizia e la manutenzione

L’acciaio è un materiale resistente e funzionale. Diffusissimo nelle case, specialmente nelle cucine e tra gli elementi di arredo come piani da lavoro e pentolame.

Come tutti i materiali, anche l’acciaio, con il tempo, o a causa di una manutenzione non accurata, può subire alcune alterazioni o perdere lucidità.

Abbiamo raccolto dai nostri consumatori le problematiche più comuni legate alla pulizia dell’acciaio ed intervistato il gruppo di Ricerca e Sviluppo di Aeternum che ci ha svelato i segreti più efficaci per mantenere lucide e splendenti le nostre batterie di pentole.

Combattere macchie di grasso, unto, calcare, impronte o aloni da fiamma troppo alta non sarà più un problema. Pronti a scoprire il decalogo Aeternum di trucchi e rimedi più efficaci che vi permetteranno di manutenere al meglio i prodotti in acciaio?

  • Il calcare è uno dei peggiori nemici della lucentezza del pentolame in acciaio. Per rimuovere le incrostazioni è sufficiente applicare una crema detergente multiuso ad un panno morbido e passare il panno sul pentolame. Questo semplice accorgimento aiuterà a combattere le incrostazioni più difficili. In alternativa proponiamo un rimedio naturare a base di acqua e aceto. Coprite il fondo del pentolame con tre quarti di acqua e un quarto di aceto. Scaldate senza mai portare a bollore, sciacquate abbondantemente con acqua e bicarbonato e, asciugate con cura prima di riporre il prodotto.
  • ​​Mentre si cucina, può capitare di maneggiare il pentolame con le mani non perfettamente deterse. Il risultato? Compaiono antiestetiche macchie. Ripulire queste macchie di olio e grasso per fortuna è semplicissimo! Basta aggiungere un detergente blando a dell’acqua molto calda e passate la superficie con un panno morbido. Qualora si presentassero macchie più ostinate, vi suggeriamo un trattamento profondo passando sulla superficie del pentolame un panno morbido imbevuto di alcool etilico.
  • L’acciaio è un materiale resistente e funzionale ma tende a segnarsi facilmente. Capita spesso infatti di trovare sulla superficie del pentolame antiestetiche impronte che, per fortuna, si eliminano velocemente. Strofinare delicatamente la superficie con un panno morbido in microfibra e un detergente per i vetri permette di ottenere un risultato ottimale.
  • È mai capitato di usare il fuoco troppo alto e, al termine della cottura, trovare l’esterno della pentola compromesso da antiestetici aloni da fiamma? Due semplici mosse vi aiuteranno a ridurre questi aloni: strofinate la superficie con un panno morbido e una crema detergente multiuso per pulizie domestiche. Sciacquate con abbondante acqua corrente e asciugare con un panno morbido.
  • Thé e caffè sono coloranti naturali che possono lasciare su acciaio macchie piccole o estese. Cosa possiamo fare per detergerle? Immergiamo la superficie macchiata in una soluzione a base di acqua bollente e bicarbonato di sodio. Lasciamo in posa per 15 minuti, scoliamo l’acqua, sciacquiamo con cura asciugando con un panno morbido prima di riporre il pentolame pulito.
  • Può capitare che sull’acciaio compaiano graffi superficiali. Per far splendere l’acciaio come nuovo, consigliamo di applicare con un panno morbido, un detergente/lucidante per acciaio inossidabile.
  • Lo sporco ostinato e il grasso bruciato sono ostici nemici. Un detergente multiuso per pulizie domestiche e un panno morbido sono gli alleati ideali per rimuovere anche lo sporco più ostinato.
  • Durante una lunga preparazione può capitare di dimenticare qualche utensile metallico di uso quotidiano a contatto con la superficie dell’acciaio per tempi prolungati. A causa di questo contatto prolungato, avrete notato la comparsa di macchie di ruggine da contaminazione. Niente paura, è possibile ridurle o eliminarle grazie all’utilizzo di un detergente in crema. Inumidite un panno soffice, applicate il detergente in crema e strofinando delicatamente. Se, dopo questo trattamento, le macchie persistono applicate un prodotto passivante o decapante specifico per acciaio inox.
  • Tra gli inestetismi più comuni derivanti dall’usura dell’acciaio troviamo l’annerimento del fondo. Per scongiurarlo basta mantenere il fuoco medio-basso durante la cottura. Uno dei trucchi più semplici da seguire per evitare il deterioramento della pentola preferita con la quale abitualmente cucinate la pasta è salare l’acqua non prima dell'ebollizione dell’acqua.

Ma non è finita qui…oltre a queste buone norme da seguire, sveliamo i principali comportamenti da evitare:

  • Non utilizzare detergenti in polvere, a base di acido cloridrico o ipoclorito di sodio (utilizzate abitualmente per la pulizia dell’argento),
  • Non utilizzare pagliette
  • Non utilizzare utensili realizzati in metalli diversi dall’acciaio che causano graffi e aloni antiestetici.

Con questi suggerimenti sarà facile far splendere i prodotti in acciaio.

 

consigliati

  • Aeternum a Cuochi per un giorno

  • Aeternum ad ambiente 2019

  • Aeternum ad HOMI 2019

  • Presentazione Linea Silver Titanium ad Eataly 23

  • Aeternum al Bricoday 2019

condividi

  • facebook
  • instagram
  • whatsapp
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Continua a leggere

  • Creato il .

Rimedi naturali ed ecologici per la pulizia delle pentole

Rimedi naturali ed ecologici per la pulizia delle pentole

consigli utili

Che sia stato un grande pranzo o una grande cena, il dopo si presenta sempre sotto forma di una pila di pentole e padelle da lavare. Più è stato ricco e gustoso il banchetto poi, più la difficoltà aumenta.

Per semplificare le cose, noi di Aeternum, abbiamo individuato alcuni efficaci e antichi trucchi per la pulizia delle tue pentole in acciaio inox 18/10 , con un impatto zero sull’ambiente e con un costo veramente contenuto.

Alcuni ingredienti, spesso immancabili nelle nostre cucine, si rivelano grandi alleati per scrostare, pulire, lucidare e detergere.

Scopriamo insieme quali e in che modo utilizzarli.

Il bicarbonato si rivela efficace per quasi tutti i tipi di pentole e padelle, da quelle in acciaio a quelle antiaderenti e, a seconda dell’incrostazione, può avere diverse applicazioni. In caso di una pentola con grosse macchie di bruciatura sul fondo, ad esempio, si consiglia di  far bollire acqua e un paio di cucchiaini di bicarbonato per circa dieci minuti. Quando l’acqua si sarà raffreddata sarà possibile rimuovere l’incrostazione con l’aiuto di una spugnetta morbida, per non danneggiare i materiali di cui sono composte pentole e padelle, specialmente se si tratta di materiali antiaderenti.

L’aceto si rivela efficace sia per eliminare le incrostazioni che per sgrassare ed eliminare i cattivi odori. Per lo sporco più resistente è consigliato far bollire due dita d’aceto nella pentola interessata, oppure mettere la stessa in ammollo in una soluzione di acqua calda e aceto per almeno 30 minuti.

Per padelle e tegami da sgrassare, o per eliminare i cattivi odori, l’aceto può essere direttamente versato su una spugnetta morbida e usato per la detersione, da solo o insieme a un comune detersivo per piatti.

Il limone, invece, è un immancabile alleato nella lotta al calcare; è molto semplice da utilizzare con risultati immediati e con poco sforzo.

Per eliminare le macchie di calcare su pentole e padelle sarà necessario, infatti, spremere il succo di un limone in una bacinella d’acqua calda, immergervi all’interno il prodotto interessato e usare una metà del limone già spremuto come spugnetta.

Una volta eliminate le macchie non resterà che risciacquare le pentola sotto acqua corrente tiepida e asciugarle con un panno di microfibra.

Altro efficace rimedio è il caffè, anticalcare naturale e ottimo anche su incrostazioni più profonde. I fondi di caffè possono essere applicati sia direttamente all’interno di pentole e padelle con una spugnetta che uniti al detersivo per piatti, il suo potere leggermente abrasivo sarà in grado di eliminare ogni traccia di sporco, calcare o cattivi odori.

consigliati

  • Aeternum a Cuochi per un giorno

  • Aeternum ad ambiente 2019

  • Aeternum ad HOMI 2019

  • Presentazione Linea Silver Titanium ad Eataly 23

  • Aeternum al Bricoday 2019

condividi

  • facebook
  • instagram
  • whatsapp
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Continua a leggere

  • Creato il .

© Copyright Bialetti Industrie S.p.A. All rights reserved - P.Iva: 03032320248
iscrizione al Registro delle Imprese Camera di commercio di Brescia n° 03032320248
Cap. Soc. i.v. / Share Capital Euro 7.997.530,55
Privacy policy  |  Cookie policy